Cambodia e il Sangker

6.9.2018

Partenza con il battello da Battambang per Siem Reap. Si parte alle 7 della mattina…la piccola città  dorme ancora. Il viaggio è una meraviglia: passiamo i villaggi galleggianti, scuole e una natura bellissima…purtroppo vedo anche tanti problemi ambientali come lè bottiglie plastica e altra spazzatura…..

Arriviamo al porto di Siem Reap e ci aspettava già il famoso TUK TUK Kimlean il fondatore della scuola per i bambini che vivono nelle baraccopoli in periferia della città. Beviamo un caffè e ci raccontiamo della nostra vita.

Domani ci porta a trovare le famigliori che vivono in questi baraccopoli,  un intervista con una donna anziana di 93 anni (sopravvissuta la guerra dei Khmer Rosso) e la scuola. La moglie di Kimlean ci ospita per il pranzo a scuola insieme  on i bambini. Non vedo l’ora. Ma sarà una giornata tra sorrisi e lacrime.

Kimlean mi spiega la situazione. La gente che vivono li in questi baraccopoli sono tutti pescatori. La regola della vita quotidiana è :  NO FISH – NO FOOD

Se si pesca di più  si può vendere per avere un pò di riso.

LA SCUOLA IN CAMBOGIA NON È PIÙ GRATUITO -E I Bambini che vivono nella povertà  e in questi baraccopoli  hanno solo 1 grande desiderio :  STUDIARE. Non sanno ne leggere ne scrivere…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *